This site uses technical cookies to improve the browsing experience of users and to gather information on the use of the site.
to continue click on OK for more information click on Privacy Policy

AwareuBlog

  • Home
    Home This is where you can find all the blog posts throughout the site.
  • Bloggers
    Bloggers Search for your favorite blogger from this site.
  • Archives
    Archives Contains a list of blog posts that were created previously.
Roberto Castaldi

Roberto Castaldi

Roberto Castaldi, Socio fondatore, Amministratore Delegato, Direttore dell’area Ricerca e Sviluppo. Professore Associato di Filosofia Politica presso l'Università eCampus, Co-Editor Perspectives on Federalism and Editor Bibliographical Bulletin on Federalism

Stefano Fassina, esponente di spicco di Liberi e Uguali, ha fatto ieri gli auguri al candidato della Lega Bagnai, noto sostenitore dell’uscita dell’Italia dall’Euro. Mentre Grasso, Bersani ed altri non ritengono di chiudere al dialogo con il M5S, anch’esso favorevole all’uscita dell’Italia dall’Euro. In attesa della presentazione del programma di questa lista, viene il dubbio di trovarsi di fronte non a una sinistra di governo europea, ma ad una nuova lista nazionalista-sovranista da sinistra.

Last modified on
Hits: 958
Rate this blog entry:
0

Negli ultimi giorni le istituzioni europee hanno preso una serie di decisioni che ci ricordano che l’Unione è un ordinamento giuridico vincolante ed uno stato di diritto a tutela dei propri cittadini.

Last modified on
Hits: 997
Rate this blog entry:
0

Posted by on in AwarEU BLOG

Le elezioni negli ultimi tempi in tutti i Paesi europei hanno visto come frattura fondamentale quella tra europeisti e nazionalisti in salsa populista. In Italia non si capiva come questa frattura si sarebbe manifestata, visto che nel centro-destra convivono partiti con ancoraggi europei molto diversi. Forza Italia fa parte del Partito Popolare Europeo, che esprime i Presidenti di tutte le istituzioni politiche dell’Unione - della Commissione europea Juncker, del Consiglio Europeo Tusk, del Parlamento Europeo Tajani - e che domina i meccanismi decisionali. In pratica nell’Unione non si decide nulla senza che il partito popolare, e Forza Italia, siano d’accordo. Al contrario la Lega e Fratelli d’Italia fanno riferimento ai gruppi politici più nazionalisti presenti al Parlamento europeo, cioè non votano praticamente mai insieme a Forza Italia. Quale sarebbe stata la sintesi programmatica rispetto all’Europa, di forze che negli ultimi anni hanno sistematicamente votato in modo opposto?

Last modified on
Hits: 997
Rate this blog entry:
0

La recente polemica tra Berlusconi e Prodi sull’Euro mostra che in Italia manca una memoria condivisa e una comprensione adeguata di alcuni dei passaggi storici più importanti della nostra storia recente, rispetto ai quali continuano a imperversare nel dibattito affermazioni prive di senso.

Last modified on
Hits: 1003
Rate this blog entry:
0

Il discorso di fine anno dei Presidenti della Repubblica italiana e francese sono stati alquanto diversi. Mattarella si è rivolto agli italiani in quanto italiani, e nel suo discorso non ha praticamente fatto riferimento all’Unione Europea, contrariamente a quanto accaduto in varie precedenti occasioni. Ha auspicato una grande partecipazione alle elezioni, ma non è entrato sul senso storico delle scelte da compiere. Macron si è rivolto ai francesi sia in quanto francesi che in quanto europei. Rilanciando l’impegno a rifondare l’UE per renderla pienamente sovrana, unita e democratica, auspicando un grande dibattito e una grande consultazione dei cittadini europei sulla base della quale disegnare la nuova Unione. Ha riconosciuto esplicitamente che nel mondo la Francia non può essere forte se l’Europa non è forte. Ha rivendicato che con lui non c’è e non ci sarà nessun cedimento o ammiccamento verso il nazionalismo populista. Piuttosto il rinnovo di un impegno profondo e strutturale al rilancio dell’Unione, che costituisce una sorta di stella polare della Presidenza Macron.

Last modified on
Hits: 897
Rate this blog entry:
0

Dopo la Commissione Juncker anche il governo italiano, primo tra i Paesi UE, ha presentato le proprie proposte sul completamento dell’Unione Economica e Monetaria (UEM). Appoggia il pacchetto di Juncker, ma va oltre, con proposte più avanzate, che tengono conto degli interessi specifici italiani. Contrasta diverse idee ventilate da alcuni – come quella di affidarsi ai mercati per obbligare gli Stati alla disciplina fiscale, o di prevedere meccanismi per i default pubblici - comunque non fatte proprie dalla Commissione. Chiede poi una più efficace applicazione delle regole esistenti anche contro gli squilibri della bilancia commerciale, come l’eccessivo surplus tedesco.

Last modified on
Hits: 909
Rate this blog entry:
0

Last modified on
Hits: 1191
Rate this blog entry:
0

 

Last modified on
Hits: 955
Rate this blog entry:
0

Posted by on in MoreEU BLOG

Last modified on
Hits: 938
Rate this blog entry:
0

Posted by on in MoreEU BLOG

Last modified on
Hits: 940
Rate this blog entry:
0
FaLang translation system by Faboba